“Il giardino di Gatsby” ispira le nuove lavorazioni presentate a Lineapelle

Il giardino di Gatsby

New York, 1922. L’età del Jazz e dello stile di vita folle e ruggente. La città sta cambiando rapidamente: il ritmo è frenetico, le feste più sfarzose, la morale più libera e l’irrequietezza della nuova America trova sfogo nel grande giardino di Gatsby.
La ricerca delle atmosfere dandy accompagna i mood che ispirano i temi della nuova stagione.

Se “non si può ripetere il passato”, possiamo però voltarci indietro per guardare avanti, raccogliendo l’eredità artigianale per esaltarne la potenza, donarle longevità e rinnovarla in uno stile che affascina e meraviglia l’uomo moderno.

Gatsby – fascino eccentrico
Un self made man moderno che guarda al futuro: Gatsby simboleggia miti e contraddizioni del sogno americano. Così, anche gli elementi scelti per la collezione riflettono contrasti e contaminazioni, creando effetti sorprendenti.

I supporti che fanno da sfondo alle lavorazioni sono tessuti classici e pregiati: lane calde e fantasie degli abiti sartoriali, insieme a reti e nylon cangianti e luminescentirielaborati con tecnologie all’avanguardia.

Spinatipied de poulegessati che diventano i supporti ideali per all over, uniti o sparsi, con strass dai colori elettrici e acidi. Soluzioni che si sposano alla perfezione con i finish gommati e cromati dei foil termoadesivi, che riempiono gli spazi con motivi geometrici.

Il color blocking diventa innovazione quando i cristalli, posizionati come gemme di un pavè, regalano tocchi di colore forti e intensi sulle superfici neutre che ricordano l’intramontabile cappotto cammello.

Contrasti cromatici insoliti emergono quando le galvaniche invecchiate delle borchie, che spaziano dall’oro bruciato all’argento anticato, arricchiscono matelassè realizzati su materiali tecnici: i metalli, disposti vicini, seguono file rigorose e danno un tocco eclettico agli abiti.

Anche per le stampe inkjet, la scelta di motivi che ricordano l’oriente e il suo passato, sono proposti su basi nylon e sui jeans, creando pattern clashes insoliti.

Largo ai patchwork, realizzati con leggere imbottiture ispirate ai divani vintage: borchie con verniciature effetto pelle o che ricordano preziosi bottoni da merceria, dettano i confini delle impunture e aggiungono alle lavorazioni un sapore retrò.

Daisy – eleganza sofisticata
Eccola che varca la soglia del giardino di Gatsby. Daisy icona di bellezza, brilla in ogni dettaglio e sinuosa si immerge nello sfavillante scintillio della festa.

Finiture croma flash, bicolori, iridate per le borchie in abs che si addolciscono, rincorrendo linee armoniose su tessuti caldi ed avvolgenti.

Fantasie cachemire minuziose, ottenute creando collage di pelli termoadesive dalle tinte moderne e romantiche, si accendono circondate dalla luminosità degli strass effetto shimmer e dalle micro-borchie sfaccettate.

Femminili e cool anche i decori di perle e pietre sapientemente cuciti a mano su materiali insoliti come camouflage o nappe leggere, che creano rouches e morbide pieghe.

Laser con taglio ad acqua per i motivi floreali o micro-forature, che donano morbidezza ai materiali più insoliti come il cavallino. Ideale per realizzare frange impreziosite da cristalli e ricreare effetti asimmetrici.

2019-10-18T12:23:50+00:00